Riflessioni a margine di una candidatura

Riflessioni a margine di una candidatura

Condivido con gli iscritti all’Ordine Regionale  della nostra regione alcune riflessioni che ho portato al Consiglio di insediamento dell’Ordine regionale Assistenti Sociali delle Marche  del 17/7/2017.

Il prossimo 31 agosto , il nuovo Consiglio si riunirà per decidere  componenti ed obiettivi delle Commissioni Consiliari.

 

Ruolo difficile , quello di Presidente di un Ordine Regionale,  impegnativo e di responsabilità che io  intendo condiviso con  i consiglieri, professionisti motivati e preparati  , e ancora di più,  con una comunità professionale   preziosa , che  va sollecitata ad una  partecipazione  attiva. I dati delle elezioni nella nostra regione  (23% nel  2009- 15% del 2013 –  16 %  del 2017),  molto simili a quelle di quasi tutti gli ordini regionali andati al rinnovo , ci dicono che il percorso va sicuramente ampliato; il lavoro dei Consiglieri che ci hanno preceduti,  ha previsto spazi che vanno codificati ed innovati.

Ritengo fondamentale il ruolo dei gruppi di lavoro  sul territorio,  su base  territoriale e  per tematiche ( supervisione dei  tirocini,servizio sociale in sanità,  sicurezza , immagine, libera professione, solo per citarne alcuni ) dei quali abbiamo intuito la potenzialità , ma  che non sono stati  ancora implementati.

Dovremo affrontare da subito le criticità che vediamo  tutti i giorni da una prospettiva concreta , da  quello che non è solo un osservatorio , ma la realtà di un  lavoro a contatto con  le persone, le famiglie, le fragilità e le risorse; dovremo contribuire a  far crescere  ulteriormente il ruolo e la funzione dell’assistente sociale nei vari livelli  , attraverso la ricerca e la promozione di una formazione continua di qualità ,  una costante azione di stimolo e di confronto con le istituzioni , ricercando la collaborazione delle altre professioni  e associazioni.

La mia  riflessione si sofferma anche  sui professionisti assistenti sociali , che anche nella nostra regione  sono stati minacciati o  aggrediti , su coloro  che lavorano in condizioni difficili e che sperimentano la precarietà nel loro  stesso ruolo lavorativo.  I temi   e gli ambiti di lavoro sono tanti e gli iscritti all’Ordine Regionale delle Marche potranno  sicuramente arricchire il nostro gruppo con proposte di   spessore.

Non sono  sicuramente  la persona perfetta per questo ruolo , ma  mi  riconosco la  capacità di sollecitare e  coordinare il lavoro di un  gruppo che è  composto da assistenti sociali  con ruoli e competenze diverse (  Enti Locali, Sanità, Terzo Settore, Università, Prefettura , Tribunale per i Minorenni) e che può attivarsi  come fucina di idee e operatività. Credo fortemente  nel contributo che  questo gruppo di 11 consigliere e  consiglieri , tutti indistintamente con pari valore,  possono  portare  alla professione a partire da questo  livello regionale.

Porto  quindi la mia candidatura come presidente di questo Ordine regionale 

 Marzia Lorenzetti                                    Ancona 17/7/2017

NESSUN COMMENTOI

Sorry, the comment form is closed at this time.