Notizie dal CNOAS

Notizie dal CNOAS

A TORINO PER LAVORO E DIGNITA’

CONVEGNO E WEBINAR: 17 GIUGNO ore 10-13

📌 ISCRIZIONE AL WEBINAR

👉🏻 https://bit.ly/391CmAU

📌 ISCRIZIONE EVENTO IN PRESENZA

👉🏻 https://bit.ly/3aLW83N

 

TRE CREDITI FORMATIVI DI CUI UNO DEONTOLOGICO

Qualche mese fa, ben prima che s’infiammasse la discussione sul salario minimo, avevamo disegnato il nostro percorso verso gli Stati Generali del marzo 2023. Dopo aver fatto tappa a Roma, in aprile, per parlare di POVERTA’ ed ESCLUSIONE, avevamo deciso di vederci a Torino per discutere di LAVORO e DIGNITA’. E così è.

l’appuntamento è per venerdì 17 giugno presso il Centro Congressi dell’Unione Industriali in via Vincenzo Vela, 17, dalle 10 alle 13.

Con 400 presenze e 2000 #AssistentiSociali collegati on line, con il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, con studiosi, parlamentari, amministratori pubblici e persone impegnate nel territorio, metteremo al centro quelle situazioni nelle quali il lavoro non rende liberi e un salario non dà dignità.

Abbiamo scelto Torino perché nell’immaginario del Paese la città piemontese, tiene insieme tutte le sfaccettature, le tragedie e le fortune, di questo sostantivo maschile:

la forza del riscatto,

dell’integrazione,

delle conquiste salariali e dei diritti,

delle lotte e delle sconfitte,

della crescita e della recessione,

dello sfruttamento e dell’insicurezza.

Metteteci voi le facce, a noi ne vengono in mente alcune: i migranti del Sud che lasciando terre di miseria hanno riempito le fabbriche, gli operai in sciopero, i 40mila in marcia, gli esodati, i morti nel rogo della TyssenKrupp…

In una sola città si può raccontare cosa c’era o c’è, cosa si è fatto e cosa manca.

A Torino, dunque, ci vediamo portando numeri, esperienze, priorità e proposte perché al sostantivo maschile #LAVORO sia sempre aggiunto il sostantivo femminile #DIGNITA’.

Lo facciamo avendo ascoltato e condividendo con protagonisti e decisori le azioni necessarie.

 

NESSUN COMMENTOI

Sorry, the comment form is closed at this time.