Emergenza COVID19-Marche

Emergenza COVID19-Marche

Gentili colleghe e colleghi delle Marche,
In riferimento alla situazione di emergenza creatasi nelle ultime ore, con l’inclusione della nostra provincia di Pesaro-Urbino all’interno delle misure previste dal DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 8 marzo 2020 “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”, abbiamo raccolto l’invito del Presidente Nazionale Gazzi ad una azione di raccordo tra i CROAS interessati dalla misura e AsProC nazionale; nei prossimi giorni daremo aggiornamenti sulla situazione, sulle problematiche emerse e su interventi comuni.

In relazione alle segnalazioni pervenute in questi giorni all’Ordine, ricordiamo che le indicazioni che attengono all’esercizio della professione (spostamenti per motivi di lavoro, dotazione di dispositivi di protezione individuale, organizzazione delle attività, colloqui, visite domiciliari, riunioni), devono essere richieste agli enti datori di lavoro, alle RLS (rappresentante lavoratori sicurezza) e RSU (rappresentanti sindacali unitari), obbligatori e presenti in ogni luogo di lavoro con funzioni specifiche in tema di sicurezza e organizzazione luogo e modalità di lavoro, contestualmente al proprio datore di lavoro. Abbiamo notizia che Ambiti, Comuni ed Area Vasta stanno dando indicazioni in merito, anche per dare attuazione a quanto prevista dalle direttive e normative vigenti.

Restiamo a disposizione per raccogliere le criticità ed anche le progettualità avviate per organizzare i servizi in emergenza, in modo da favorire lo scambio con ASproC e gli altri CROAS.

Come già ricordato dallo stesso Presidente CNOAS nella comunicazione del 6 marzo scorso inviata a tutt/e gli/le iscritti/e: “sono state avviate interlocuzioni con tutte le Istituzioni pubbliche, del privato sociale e ANCI, per sensibilizzare al rispetto delle necessarie precauzioni da garantire per la salute di tutti gli/le Assistenti sociali e dei professionisti coinvolti. Invito quindi tutti/e a richiedere il rispetto, anche tramite i propri rappresentanti sindacali, di quanto indicato dal Ministero della Salute, dal Ministero della Funzione pubblica e dall’ANCI:

  • Sicuramente sapremo rispettare con la massima attenzione le regole ed i comportamenti definiti a livello nazionale, a tutela anche della nostra sicurezza personale e delle nostre famiglie, e potremo superare presto questa emergenza.
  • Marzia Lorenzetti
    Presidente CROAS Marche
    8/3/202
NESSUN COMMENTOI

Sorry, the comment form is closed at this time.