Comunicato stampa: alcune uscite su redazioni locali

Comunicato stampa: alcune uscite su redazioni locali

STOP ALLA SPECULAZIONE MEDIATICA  CONTRO LA NOSTRA   PROFESSIONE

Siamo una comunità professionale di circa 1.200  professionisti e professioniste  che nel territorio regionale negli enti locali, nella sanità, nelle aziende ospedaliere, nel terzo settore e nelle sedi territoriali del Ministero della Giustizia e dell’Interno,  si muove nel rispetto del codice deontologico e degli obblighi formativi . Una professione che lavora dentro a sistemi complessi, sempre in rete con altri professionisti ed istituzioni, in un territorio nel quale rileviamo carenze strutturali in termini di risorse e di sistemi organizzativi che, nelle sedi e nei modi opportuni, abbiamo segnalato.Abbiamo infatti  notizia di carichi di lavoro inappropriati, precarietà nei contratti di lavoro, segnalazioni di situazioni ritenute lesive per l’esercizio della professione di assistente sociale, carenza di risorse e di personale.Fondamentale appare investire in politiche sociali di prevenzione e garantire servizi territoriali che possano accompagnare e sostenere adeguatamente le famiglie,  e ridurre fattori di rischio e pregiudizio

Dalle manifestazioni  diffamatorie contro la nostra professione delle settimane scorse, anche a livello regionale, emerge  il rischio di strumentalizzazioni politiche, proprio nei confronti di chi si mette al servizio dei cittadini tutti i giorni;  non si può consentire a nessuno di addossare responsabilità solo ad un versante di un sistema complesso. Siamo tutti impegnati perché la nostra professione sia sempre esercitata nel pieno rispetto di leggi, raccomandazioni e del codice deontologico; ed in questo percorso di trasparenza, come per tutte le professioni ordinate, è presente il lavoro del Consiglio Territoriale di Disciplina.

Con preoccupazione rileviamo la possibilità che il discredito generato demolisca  la fiducia nel lavoro sociale, svolto con il solo obiettivo di garantire un sistema di prestazioni a tutela dei diritti delle persone: concreto è il rischio che le persone si allontanino dal sistema di protezione sociale; in questo momento di grave allarmismo sociale, salvaguardare la fiducia nei servizi sociali e nelle istituzioni è prioritario.

Invitiamo i rappresentanti delle istituzioni a farsi garanti di un percorso di riflessione e di proposte concrete. Il nostro Ordine regionale era e resta disponibile a partecipare a percorsi di riflessione sul sistema di tutela e di protezione dei minori, portando il contributo professionale e le attività di ricerca presenti, incontrando le istituzioni locali e regionali, gli Ordini, le associazioni professionali e le organizzazioni del terzo settore.

2019.08.19 Ordine Assistenti Sociali comunicato Bibbiano

Ringraziamo la redazione del TG3  RAI Marche, Redattore Sociale e  le redazioni giornalistiche  locali per lo spazio e  l’attenzione prestata .

 

Servizio TGR 3 Marche  20/06/2019 ore 00

 

 

Servizio 19/6 ore 14

 

 

https://www.redattoresociale.it/article/news/_stop_alla_speculazione_mediatica_appello_degli_assistenti_sociali_delle_marche

https://www.viverefermo.it/2019/08/19/gli-assistenti-sociali-delle-marche-basta-con-le-speculazioni-mediatiche/743266

 

NESSUN COMMENTOI

Sorry, the comment form is closed at this time.

x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Accetto Accetto Centro privacy Impostazioni Privacy Leggi Cookie Policy