aumento quota CNOAS

aumento quota CNOAS

Pubblichiamo stralcio della nota inviata al CNOAS  relativamente alla decisione di aumentare la quota da corrispondere al nazionale .

La presente per evidenziare con forza le criticità da noi rilevate in merito alla potenziale decisione di aumentare dal 2019 la quota da corrispondere al Consiglio Nazionale di 5 euro ad iscritto, e contemporaneamente chiedere che si sospenda tale decisione fino ad una successiva valutazione da farsi nella prossima conferenza dei Presidenti in cui si auspica maggiore chiarezza sui motivi, nonché una ampia discussione su eventuali proposte anche alternative e quindi una decisione maggiormente condivisa. 

Si fa presente, infatti, che nell’ultimo incontro a Trento sono stati indicati solo sommariamente i motivi che spingono il consiglio Nazionale a prendere tale decisione così come si è sentita forte, da parte di tanti, la necessità di riportare in luce tutte le difficoltà che gli Ordini regionali riscontrano ad oggi, si da valutare la concreta fattibilità di tale proposta.

Nello specifico si evidenzia l’impegno ad oggi profuso per non aumentare ulteriormente la quota ad iscritto pur assorbendo il significativo aumento delle spese che i regionali sono stati costretti ad affrontare negli ultimi anni, in relazione a:

  • nomina del Responsabile Unico  Dati
  • funzionamento del Consiglio Territoriale di Disciplina,
  • recupero delle quote dei morosi (sostenute dai Regionali anche per conto dello stesso Nazionale, con le conseguenti mancate entrate),
  • consulenze esterne (necessarie per l’assolvimento delle procedure contabili ed economiche che il personale in dotazione non ha le competenze per svolgere),
  • assicurare formazione continua obbligatoria il più possibile gratuita per gli iscritti,
  • gestione della trasparenza amministrativa.

Tale sforzo è andato incontro a numerose esigenze rilevate chiaramente dagli iscritti che non sono in grado di sopportare ulteriori aumenti per svariate ragioni, in primis i loro redditi che sono rimasti nel periodo in questione sostanzialmente invariati.

Si sottolinea nel merito, tra l’altro, la necessità di rivalutare eventualmente l’uniformità della quota di partecipazione per iscritto in funzione delle diverse situazioni di ogni contesto regionale, per es. in base al tasso di occupazione degli iscritti, al numero totale degli iscritti, ecc.  

Si fa presente, anche, che l’ultimo livellamento della quota da corrispondere al Nazionale è avvenuto solo due anni fa, ovvero ad ottobre 2016, portando la quota di contribuzione unificata da 9 euro a ben 27 euro per gli Ordini di piccole dimensioni e da 18 a 27 euro per quelli di medie dimensioni, con la conseguente compressione della politica regionale. Così facendo, gli Ordini di piccole dimensioni, nell’arco di tre anni, hanno visto aumentare la loro quota da versare al Nazionale del 350%, mentre quelli di medie dimensioni del 90%.

 

Comunicazione a CNOAS del 4-10-18

leggi la comunicazione indirizzata a tutti gli iscritti in data 23/11/2018

quota-2019-CNOAS

 

NESSUN COMMENTOI

Sorry, the comment form is closed at this time.