8 marzo: insieme, uomini e donne, uguali e pari per superare l’emergenza

8 marzo: insieme, uomini e donne, uguali e pari per superare l’emergenza

Esprimiamo sincera vicinanza e massima solidarietà alle tante colleghe e colleghi che si trovano ad operare e a vivere nei territori più colpiti e in grave sofferenza. Così come siamo vicini a ogni persona.

La nostra professione, oggi che si celebra la giornata internazionale dei diritti delle donne, vuole ricordare a tutt@ l’importanza di manifestare ed esprimere concretamente un alto senso di responsabilità e cura per il benessere della cittadinanza e della intera collettività. Su questo facciamo valere il nostro essere una professione prevalentemente femminile e con una specificità che può e deve ricchezza e costruzione di ponti e saggezza.

La professione, come recita il nostro codice deontologico, “è al servizio delle persone, delle famiglie, dei gruppi, delle comunità e delle diverse aggregazioni sociali per contribuire al loro sviluppo, ne valorizza
l’autonomia, la soggettività, la capacità di assunzione di responsabilità; li sostiene
nel processo di cambiamento, nell’uso delle risorse proprie e della società nel
prevenire ed affrontare situazioni di bisogno o di disagio e nel promuovere ogni
iniziativa atta a ridurre i rischi di emarginazione.”
Quindi noi che esercitiamo questa bellissima professione e conosciamo bene questi principi, oggi più che mai riteniamo si debba insistere a praticarli e ad essere quella leva significativa per un reale cambiamento e una vera prevenzione.

Oggi è anche il giorno giusto per dire che solo insieme, uguali e pari, uomini e donne, colleghi e colleghe, possiamo superare questa situazione così complessa e grave.

 

Grazie a Pina Ferraro, Presidente Commissione Etica e Deontologia del nostro Ordine Regionale, per il suo contributo che condividiamo.

NESSUN COMMENTOI

Sorry, the comment form is closed at this time.