monitoraggio violenza rivolta verso assistenti sociali

monitoraggio violenza rivolta verso assistenti sociali

L’avvio del sistema di monitoraggio del fenomeno della violenza rivolta verso gli assistenti sociali  è stato implementato nel corso del 2019 sia con la costituzione di un tavolo di lavoro dedicato sia con l’elaborazione di una scheda che permetterà a ogni iscritto di riportare gli elementi utili di ogni episodio di violenza subita e/o assistita ai fini della segnalazione scritta anche per facilitare quella al datore di lavoro e la denuncia all’Autorità Giudiziaria; l’intento non è quello di sostituirsi agli organi preposti alla sicurezza sui luoghi di lavoro, ma di mantenere alta l’attenzione sul fenomeno, avere dati statistici costantemente aggiornati, sollecitare una presa di posizione con altri soggetti istituzionali. Tutto ciò al fine di individuare e condividere strategie di fronteggiamento del fenomeno e offrire uno strumento concreto agli iscritti.

La scheda di segnalazione è stata  inserita nell’area riservata di ciascun iscritto in modo che sia collegata al profilo personale. La scheda potrà essere compilata sia dal destinatario della violenza sia da chi assiste all’evento, compilando i campi previsti. A conclusione della compilazione, con l’invio, la scheda sarà trasmessa al CNOAS e al Consiglio Regionale (CROAS) di appartenenza dell’iscritto. La scheda, una volta salvata, potrà essere stampata e allegata alla segnalazione al datore di lavoro e/o alla formale denuncia/querela.

II CROAS, ricevuta la scheda, potrà contattare in tempi brevi, l’iscritto e valutare insieme le azioni più opportune da intraprendere: comunicato stampa, informativa dell’evento a tutti gli iscritti (e-mail massiva), comunicato sul sito istituzionale, partecipazione   di   un   rappresentante   dell’Ordine   a   una   riunione   di   servizio,comunicazione scritta al datore di lavoro, richiesta di incontro con Sindaco/Assessore/Dirigente/Responsabile del Servizio, consulenza di un legale o altro ritenuto necessario.

 

L’avvio della sperimentazione non esaurirà i lavori del tavolo che proseguiranno con il monitoraggio delle segnalazioni e dell’evoluzione del fenomeno e saranno arricchiti dalla partecipazione di altri soggetti istituzionali e non con i quali verranno condivise azioni concrete di tutela dei professionisti.

Pubblicato un vademecum riguardante alcune fattispecie di reato e le azioni legali che potrebbe/dovrebbe intraprendere in caso di minacce/aggressioni sia l’iscritto sia il suo datore di lavoro. A livello nazionale sarà inoltre attivato un servizio di supporto legale per questi episodi che potrà essere attivato per il tramite dei Consigli regionali.

VademecumAggressivitaAggiornato

 

Vedi la pagina CROAS  Marche  dedicata

Aggressività verso i professionisti

 

NESSUN COMMENTOI

Sorry, the comment form is closed at this time.