CHI SIAMO

La Professione è stata ordinata con la legge 23 marzo 1993, n. 84, ed è compresa pertanto tra le professioni intellettuali riconosciute dalla Stato italiano. Nel dettato normativo si sancisce che l’assistente sociale opera con autonomia tecnico-professionale e di giudizio in tutte le fasi dell’intervento per la prevenzione, il sostegno ed il recupero di persone, famiglie, gruppi e comunità in situazioni di bisogno e di disagio e può svolgere attività didattico-formative.
L’Ordine Professionale Assistenti Sociali è costituito da 20 Consigli Regionali preposti alla tenuta e all’aggiornamento dell’Albo Professionale distinto nelle due sezioni A e B e dal Consiglio nazionale con funzioni di coordinamento e di indirizzo.
Le norme relative al funzionamento dell’Ordine sono regolamentate dal D.M. 11 ottobre 1994 n. 615, dal D.P.R. 8 luglio 2005 n. 169 e dal D.M. 2 settembre 2010 n. 182.
In seguito all’emanazione del D.P.R. 137 del 7 agosto 2012 “Regolamento recante riforma degli ordinamenti professionali, a norma dell’articolo 3, comma 5, del decreto-legge 13 agosto 2011, n. 138, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 settembre 2011, n. 148″ è stato istituito l’Albo Unico, formato dall’insieme degli albi territoriali. https://cnoas.org/attivita/
LINEE DI ATTIVITÀ E DI SVILUPPO ORDINE ASSISTENTI SOCIALI MARCHE
L’attuale  Consiglio Regionale, insediato il 17/7/2017, vuole proseguire le azioni avviate dalle precedenti consiliature, sia sul piano dei compiti istituzionali, sia sul piano delle funzioni collegate alla promozione e valorizzazione della professione: favorire la comunicazione tra le professioni, assicurare un costante rimando al nostro Codice deontologico, monitorare la piena attuazione dello stesso ed essere garante dei principi della nostra professione, al fine di mantenere l’attenzione sulle responsabilità professionali, alla formazione continua e sui principi ispiratori della professione, ampliando la collaborazione con enti ed  istituzioni per concretizzare il ruolo politico che è connaturato alla professione.
Azioni 
  • Tenuta e revisione periodica dell’Albo;
  • Esercizio della funzione disciplinare su iscritte/i;
  • Valutazione della formazione continua, verifica dell’adempimento dell’obbligo formativo ed accreditamento eventi;
  • Raccordo con le università per ricerca, studio e formazione di base;
  • Impulso e collaborazione con la Regione e con gli altri enti in funzione della tutela e dello sviluppo della professione nei vari luoghi di intervento professionale;
  • Promozione di azioni di sostegno ai/alle professionisti/e iscritti/e, favorendo la comunicazione interna ed esterna e la partecipazione attiva;
  • Promozione di percorsi di formazione continua (piano offerta formativa annuale);
  • Coordinamento con Ordine nazionale per promuovere e approfondire temi specifici e sostenere la dimensione regionale.
Organizzazione
Ufficio di Presidenza
Formato dal/la Presidente, Vicepresidente, Segretario/a e Tesoriere; discute in prima istanza i temi che verranno portati all’attenzione del Consiglio; questo ultimo organo istituzionale lavora per Commissioni con sedute di Consiglio su base mensile. Sono anche previste delle deleghe a singoli/e consiglieri/e su attività specifiche. I Rimborsi, i gettoni e le indennità a favore di Consiglieri/e sono previste da un apposito Regolamento.
Ufficio di Segreteria
Costituito dal personale dipendenti Chiara Griffoni e Vincenzina Giacometti.
Si occupa ordinariamente di dare supporto alle attività formative e disciplinari, ed in particolare alle attività istruttorie della Commissione Consultiva per l’Autorizzazione della Formazione Continua (CAFC). Importante il lavoro di front office nei confronti di iscritti/e per le richieste di informazioni.
L’incremento delle attività amministrative registrate negli ultimi anni è dovuto all’attivazione di progetti e nuove collaborazioni, all’attività del Consiglio Territoriale di Disciplina e a tutte le altre attività amministrative previste dalle normative vigenti quali contabilità finanziaria, amministrazione trasparente, digitalizzazione, protocollo informatico, fatturazione elettronica.

 

x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Accetto Accetto Centro privacy Impostazioni Privacy Leggi Cookie Policy