PEC

PEC

(posta elettronica certificata)

OBBLIGATORIA PER TUTTI I PROFESSIONISTI ISCRITTI AGLI ALBI PROFESSIONALI

(indipendentemente dall’effettivo svolgimento della professione)

Il D.L. n. 185/2008, convertito con L. 2/2009, ha stabilito all’art. 16 comma 7 che : “i professionisti iscritti agli albi ed elenchi istituiti con legge dello Stato comunicano ai rispettivi ordini o collegi il proprio indirizzo di posta elettronica certificata ,entro 1 anno dalla data di entrata in vigore del presente decreto. Gli ordini e i collegi pubblicano un elenco riservato, consultabile in via telematica esclusivamente dalle pubbliche amministrazioni, i dati identificativi degli iscritti con il relativo indirizzo di posta elettronica certificata “.

Si ricorda  che  il 31/12/2013 è scaduto il contratto stipulato tra il Consiglio Nazionale e le Poste Italiane per la PEC, pertanto  è obbligatorio  che ciascun iscritto provveda autonomamente all’acquisto della propria casella PEC.

La PEC si può acquistare, anche on line, da diversi provider presenti sul mercato, basta effettuare una semplice ricerca su INTERNET!!!

Una volta acquistato l’indirizzo PEC e attivato nel proprio programma di posta elettronica (come qualsiasi altro indirizzo e-mail), è necessario inserirlo  all’interno della propria Area riservata  alla voce  “dati personali” o comunicarlo all’Ordine Regionale all’indirizzo pec@pec.ordias.marche.it

INFORMAZIONI IMPORTANTI

  • Si ricorda che  l’indirizzo PEC  è personale e può essere utilizzato dall’iscritto per qualsiasi comunicazione  anche con altri Enti (pubblici e privati), per i quali si rende necessario comunicare con  il riscontro dell’avvenuta consegna  (sostituisce  a tutti gli effetti  la   raccomandata A/R)
  • L’indirizzo PEC deve essere personale non quello del proprio datore di lavoro ( privato o pubblico), anche  a tutela della  propria privacy ( fornendo l’indirizzo ad esempio del proprio comune/asl ecc, la posta in entrata e uscita verrà protocollata dai  sistemi di protocollo informatico come “posta propria dell’Ente”!).
  • Se l’Ente di appartenenza  fornisce l’indirizzo PEC al proprio dipendente Ass. Sociale,  l’indirizzo  deve  contenere nome e cognome del dipendente Ass. Sociale , il quale avrà  esclusivo accesso con propria pw.
  • Tutti gli indirizzi PEC contraddistinti dal dominio @postacertificata.gov.it.,  non sono  più attivi dal 2014 , ulteriori informazioni sono reperibili nel sito del governo.

    (Inoltre, come comunicato più volte, il Ministero dello Sviluppo ha sempre rifiutato gli indirizzi PEC comunicati dagli Ordini e Collegi costituiti in forma CEC-PAC  “pec al cittadino” contraddistinti dal dominio @postacertificata.gov.it., )